Diritti Serie A: le nuove linee guida favoriscono Amazon e lo streaming

di
Qualche mese fa, su queste pagine abbiamo riportato la notizia riguardante una possibile offerta, da parte di Amazon per i diritti tv della Serie A italiana, che saranno assegnati entro la fine del mese. Nel corso del fine settimana, AGCM ed AGCOM hanno pubblicato le linee guida per tali assegnazioni, e non mancano le novità.

Le nuove linee guida, infatti, mettono in primo piano il web, il che vuol dire che tutti gli operatori (Mediaset e Sky in primis) saranno costretti a concorrere con i giganti del web e media company nella corsa ai diritti TV per le stagioni 2018-2021, il tutto per rendere il prodotto quanto più appetibile possibile.
Per gli utenti questo si traduce in un consumo ridotto, dal momento che non saranno più costretti ad abbonarsi ad una Pay TV per assistere alle partite della propria squadra del cuore. La Repubblica è immediatamente tornata sulla questione, affermando che al momento sono solo due gli editori internet a possedere la forza economica di comprare le partite della massima lega calcistica italiana: Amazon e Telecom Italia, con quest’ultima che potrebbe sfruttare il socio comune Vivendi per allearsi con Mediaset.
Al momento restano da chiarire le intenzioni di entrambe le parti, che non hanno ancora dato alcuna indicazione a riguardo. Amazon, dal canto suo potrebbe sfruttare la piattaforma Prime Video per trasmettere in diretta gli eventi sportivi. Ciò che desta più curiosità è la posizione di Facebook, che non sembra interessato.