Dropbox annuncia l'integrazione con la Samsung Galaxy Camera

di
INFORMAZIONI SCHEDA

Dall'anno scorso, la maggior parte delle aziende produttrici di fotocamere digitali hanno focalizzato la propria attenzione sulla connettività e sulle performance del sistema operativo, piuttosto che sui megapixel, sulle dimensioni del sensore o sulla qualità dell'obbiettivo. Il settore dell'imaging digitale non è stato rivoluzionato da una nuova funzione point-and-shoot o da una DSLR (digital single-lens reflex) velocissima, bensì dagli smartphone. Opportunamente, i produttori stanno rispondendo con ogni sorta di sperimentazione per mantenere le proprie fotocamere competitive. La connettività Wi-Fi è iniziata ad essere una caratteristica quasi fondamentale su questi prodotti, anche se disponibile a vari livelli di usabilità, mentre diverse aziende hanno iniziato a collaborare con Google per adottare Android come sistema operativo. Samsung sembra essere però, l'apri-pista. Oltre ad aver portato sul mercato un numero enorme di fotocamere provviste di connessione Wi-Fi, l'azienda coreana ha recentemente presentato la sua nuova top di gamma: la Galaxy Camera. Il dispositivo in parte camera e in parte smartphone, è il primo esempio di ibrido sul mercato.

Qualche ora fa, Dropbox ha annunciato di voler integrare il proprio servizio di cloud storage nella fotocamera Galaxy, permettendo agli utenti di sincronizzare le proprie immagini sui dispositivi collegati. Le conseguenze di tale scelta sarebbero evidenti: l'immediato distacco di Instagram, anche se ci sono altre applicazioni che avrebbero facile accesso alle foto della Galaxy, in particolare Facebook e Flickr. Già il prodotto in sè è qualcosa di unico e con l'integrazione totale di Dropbox diventerà ancor più promettente. Molti si chiedono che fine hanno fatto le altre aziende impegnate nel settore imaging, come Canon e Nikon. Sicuramente l'abilità nella realizzazione di smartphone ha fatto si che Samsung fosse diversi passi avanti, ma dal fronte delle fotocamere di alta qualità ha molto da imparare da Canon e Nikon. In futuro potrebbero esserci altre sorprese, visto che i clienti vogliono il meglio del meglio su tutti i fronti, sia fotografico, che di connettività e usabilità.FONTE: Digital Trends