Ecco il macchinario utilizzato da Apple per riparare e tarare gli schermi

di
E’ stata pubblicata online, da parte del giornalista Jason Koebler, una fotografia che ritrae il macchinario utilizzato da Apple negli Apple Store per calibrare e riparare gli schermi rotti degli iPhone.

AppleInsider ha confermato la legittimità della foto, che comunque ritrae un macchinario vecchio in quanto i modelli più recenti sono più autonomi e dotati di un involucro industriale per proteggere le apparecchiature più sensibili per la calibrazione.
Un ex Genius, parlando con alcune testate, ha affermato che “si tratta di una macchina che può sembrare goffa, ma è fondamentale. Questa include diversi stampi, ognuno per ciascun modello di iPhone, ed impiega circa trenta minuti per completare il processo. Per il corretto funzionamento, veniva richiesto l’inserimento di un liquido strano. Il macchinario comprendeva diversi tipi di valvole tipo quelle del gas presenti nelle abitazioni".
Oltre alla sostituzione e la taratura dello schermo, la macchina è in grado anche di sostituire il Touch ID ed il tasto Home, e quando è collegata ad un Mac, può convalidare il sensore per le impronte digitali attraverso un server interno di Apple.
Chiaramente i centri non autorizzati non hanno accesso a questa macchina ed infatti non possono condurre alcune riparazioni dello schermo e del Touch ID, che ha più volte attirato le ire dei clienti che nei primi mesi del 2015 hanno lamentato l'Errore 53 a seguito della sostituzione di componenti presso centri non Apple.

Ecco il macchinario utilizzato da Apple per riparare e tarare gli schermi