Ecco il tool per decriptare i file tenuti in ostaggio da WannaCry

di
E’ stato finalmente trovato il modo definitivo per decriptare i file presi in ostaggio dal ransomware WannaCry. Matt Suiche, il ricercatore di sicurezza francese che attraverso la registrazione di un dominio è riuscito a bloccare la diffusione del virus, ha infatti fatto chiarezza sulla questione attraverso un post pubblicato sul proprio blog.

Si chiama WanaKiwi, ed è un tool sviluppato da Benjamin Delpy (lo stesso che aveva creato MikiKatz) che permette a coloro che sono stati vittime dell’infezione di sbloccare i propri dati sul PC senza dover necessariamente pagare il riscatto.
E’ però doveroso sottolineare che il tool può portare a termine la procedura solo nel caso in cui il computer non sia stato riavviato e la memoria del processo wcry.exe non sovrascritta, ecco perchè lo stesso Suiche raccomanda agli interessati di avviare WanaKiwi nel minor tempo possibile per evitare spiacevoli sorprese.
A quanto pare WanaKiwi si sarebbe dimostrato efficace sulle versioni x86 di Windows XP, Windows 7 e Windows Server 2003.