Esselunga punta sul made in Italy e sceglie Satispay per i pagamenti

di
Di Satispay abbiamo già parlato su queste pagine. Si tratta di un’applicazione per i pagamenti, tutta italiana, lanciata nel 2015 e che ha attirato l’attenzione non solo degli esercenti del nostro paese, ma anche di quelli esteri.

La startup, fondata da due giovani di Cuneo, ha stretto un importante accordo di partnership con una delle catene di distribuzione e vendita al dettaglio più famose d’Italia. Stiamo parlando di Esselunga, che entro la fine dell’estate adotterà in 154 punti vendita di Lombardia, Toscana, Piemonte, Veneto, Liguria, Lazio ed Emilia Romagna Satispay come metodo di pagamento attraverso l’integrazione nelle casse di questo nuovo metodo di pagamento.
Il funzionamento è molto semplice: gli utenti potranno pagare semplicemente attraverso l’applicazione. Dopo aver ricevuto comunicazione da parte del cassiere, basterà selezionare il supermercato in lista e digitare la cifra richiesta, dopo di che il tutto sarà gestito dal sistema che invierà in automatico la somma di denaro alla cassa.