Facebook non ha chiarito le norme in materia di privacy

di

Facebook è il social network più importante al mondo e raccoglie i dati di 800 milioni di persone. Dati impressionanti se si conta che vengono raccolte anche informazioni riservate che più volte hanno fatto discutere circa alcune leggi sulla tutela della privacy. Leggi che in Europa sono diverse rispetto al territorio americano.

E' notizia di oggi che l'Irish Data Protecion Commissioner ha chiesto alla società di rendere più trasparente la politica della privacy entro la fine di marzo. Siamo ad inizio aprile e non è cambiato nulla.
Mashable, sito web d'attualità americano, ha spiegato che Facebook non ha rispettato gli obiettivi prefissati dalle autorità competenti in materia di priacy. Tuttavia la società di Zuckerberg ha fatto sapere che sta lavorando alla questione e che entro fine aprile sarà tutto risolto.