Facebook risponde a Laura Boldrini sull'hate speech

di
"Si tratta di un problema culturale”, è questa, in soldoni, la risposta di Facebook alle richieste della Presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini sull’hate speech in aumento sul social network.

Aiibhinn Kelleher, Policy Risk Manager di Facebook in Europa, ha affermato che “Facebook apprezza i feedback, soprattutto se provengono dalla istituzioni, in quanto ci permettono di migliorare, e capiamo le preoccupazioni di Laura Boldrini, che condividiamo. Facebook non tollera l’hate speech, ma si tratta di un fenomeno sociale complesso, che non possiamo pensare di risolvere da soli”. Le dichiarazioni sono arrivate all’ANSA in occasione di un convegno di due giorni tenuto a Roma "Tra le parole e i fatti: dove i pregiudizi condizionano la comunicazione” organizzato dalla presidenza del Consiglio.
La Kelleher ha sottolineato che Facebook sta lavorando su diversi fronti per contrastare il fenomeno dell’hate speech, anche attraverso l’utilizzo di una squadra di 7.500 dipendenti che controllano personalmente le segnalazioni.