Facebook: saranno gli utenti ad attivare il Safety Check

di
Nel corso dell’ultimo anno, in particolare dopo i tragici attentati di Parigi che lo scorso Novembre hanno sconvolto il mondo, il Safety Check ha assunto un ruolo ben diverso da quello studiato inizialmente da Mark Zuckerberg, che lo aveva lanciato per le catastrofi naturali. A quanto pare però le novità non sembrano essere finite.

La società di Menlo Park, in occasione di una conferenza tenuta a New York di recente, ha annunciato che saranno gli utenti ad attivare il Safety Check in futuro, e non più i gestori del social network.
Il funzionamento sarà molto semplice: “quando un gruppo di persone pubblica post da una determinata zona relativi ad un disastro o ad una crisi, il social network chiederà loro in automatico se stanno bene. Dopo aver completato questa procedura, gli utenti potranno invitare gli amici a fare lo stesso”.
Insieme a questo nuovo Safety Check, Facebook ha anche lanciato il Community Help, una sorta di piattaforma per la raccolta di fondi, alloggi, cibo e rifornimenti da utilizzare dopo i disastri naturali. All’interno del Community Help sarà anche presente il pulsante “Donazione”, che come suggerisce il nome consentirà alle persone di inviare fondi ad oltre 750.000 raccolte no profit sparse in tutto il mondo.