Facebook: Zuckerberg reagisce alle critiche riguardanti la donazione delle azioni

di

All'inizio di questa settimana è nata Max, la primogenita di Mark Zuckerberg e Priscilla Chan. Il fondatore di Facebook in una lettera scritta sul social network ha voluto dare il benvenuto a sua figlia annunciando la donazione del 99% delle proprie azioni alla fondazione che porta il nome suo e di sua moglie.

In molti hanno lodato questa iniziativa, ma altri hanno storto il naso in quanto Zuckerberg ha deciso di donare i titoli ad una società a responsabilità limitata piuttosto che ad un'associazione benefica. Immediata è arrivata la risposta dell'informatico, che ha voluto fare chiarezza a riguardo: “la Chan Zuckerberg Initiative è strutturata come una LLC, piuttosto che una fondazione tradizionale. Questo ci permette di perseguire la nostra missione finanziando le organizzazioni non-profit, rendendo gli investimenti privati e permettendoci di partecipare a dibattiti politici” afferma Zuckerberg il quale sottolinea che a differenza di società a responsabilità limitata, le fondazioni benefiche hanno gli investimenti limitati nelle imprese pro-profit e non posso impegnarsi in attività di lobbying politico, attività che Zuckerberg e Chan hanno intenzione di perseguire.
Il programmatore ha anche allontanato le presunte ipotesi di evasione fiscale: secondo molti infatti questa azienda sarebbe stata creata proprio per eludere il fisco americano, ma Zuckerberg ha affermato che “come tutti gli altri, pagheremo le plusvalenze quando le nostre azioni saranno vendute dalla LLC”.
I soldi saranno divisi in quattro aree: apprendimento, cura delle malattie, costruzione di comunità forti e collegamento delle persone.