Finisce l'era del roaming: il Parlamento Europeo approva il provvedimento

di

Il Parlamento Europeo ha approvato oggi il provvedimento che metterà fine alle tariffe di roaming per la telefonia mobile entro il 2017. La legge è stata approvata come parte di un pacchetto legislativo più grande che include anche dei provvedimenti per rafforzare la neutralità della rete in tutta l'Unione Europea.

Questo provvedimento ha raccolto ampi consensi all'interno del Parlamento Europeo, e già da quando fu presentato era praticamente scontata l'approvazione.
Nell'ambito della misura, sarà illegale per tutti gli operatori addebitare tariffe di roaming per chiamate, messaggi di testo e dati a partire dal 15 Giugno 2017. I consumatori saranno soggetti alle stesse tariffe dei paesi d'origine.
A partire dal 30 Aprile 2016, inoltre, le tariffe di roaming saranno limitate a 0,05 Euro al minuto per le chiamate in uscita, 0,02 Euro per gli SMS e 0,05 Euro per ogni megabyte di dati (ricevuto o inviato).
Questa abolizione è stata a lungo attesa da tutti” afferma Pilar del Castillo, un membro del parlamento spagnolo che è stato il relatore del dibattito odierno. “Grazie a questo accordo, l'Europa diventerà l'unica regione al mondo che garantisce internet aperto e la neutralità della rete, un principio che verrà applicato direttamente nei 28 stati membri. Inoltre, questo garantisce anche l'assenza di due diversi tipi di internet”.
Julia Red, invece, afferma che questo divieto non è riuscito a mantenere tutte le promesse e si è scagliata contro questo divieto graduale ed i supplementi applicati dal prossimo Aprile.