Firefox 22 bloccherà di default il tracking da parte dei cookie di terze parti

di
INFORMAZIONI SCHEDA

Un ricercatore di Stanford, Jonathan Mayer, ha contribuito alla creazione di una patch che verrà introdotta nel software di navigazione di Mozilla tra qualche mese, con ogni probabilità a partire dal mese di giugno, per bloccare di default il tracciamento da parte di cookies di terze parti. Con l’introduzione di questa patch, il browser della fondazione consentirà a tutti i cookies dei siti visitati d’installarsi come avvenuto fino a questo momento, mentre effettuerà un blocco per quelli di terze parti, ovvero i cookie provenienti da siti che non sono stati visitati dagli utenti per tracciare le abitudini di navigazione e successivamente mostrare banner mirati.

Questa che implementerà Firefox non sarà una novità assoluta, dal momento che il software di navigazione di Cupertino, Safari, già offre tale possibilità, ma stando alle dichiarazioni del ricercatore che sta lavorando alla patch, quella per Firefox sarebbe "una versione rilassata della policy di Safari. L'implementazione di tale funzionalità dovrebbe avvenire a partire dal rilascio di Firefox 22 e l'impatto su molti dei siti tradizionali non dovrebbe essere evidente; Mozilla ha comunicato che effettuerà un attentissimo monitoraggio nelle build intermedie di Firefox 22 per verificare l'insorgere di eventuali problemi. Sicuramente la patch implementata dal ricercatore rappresenta un piccolo ma importante passo in più per chi ha poca dimestichezza con i pc e non è in grado di disabilitare manualmente il tracciamento pubblicitario sul proprio browser.