Foxconn valuta la possibilità di aprire uno stabilimento in USA

di
INFORMAZIONI SCHEDA

L’azienda taiwanese Foxconn, uno dei principali partner produttivi di Apple, starebbe attentamente vagliando la possibilità di aprire uno stabilimento produttivo sul territorio statunitense, precisamente nelle aree circostanti Detroit e Los Angeles. A pubblicare tali indiscrezioni è stato il quotidiano taiwanese Digitimes, il quale afferma che un’eventuale nuovo stabilimento verrà destinato all’assemblaggio di dispositivi meno complessi, come ad esempio pannelli LCD e televisori(nonostante il CEO della Mela abbia espresso in passato l’interesse di portare la produzione dei dispositivi sul territorio USA).

Il presidente di Foxconn, Terry Guo, ha fatto sapere che la compagnia ha provveduto all'attivazione di un programma di formazione per ingegneri USA che prevede un periodo di attività a Taiwan e in Cina, per poi convolgerli in modo diretto nelle attività di progettazione. Se tale indiscrezione trovasse riscontro nella realtà, si tratterebbe della prima sede produttiva in USA dell'azienda taiwanese.