Fukushima: inviato un secondo robot esplorativo a forma di scorpione

di
Dall'incidente nucleare di Fukushima sono passati diversi anni, ma com'è la situazione attuale all'interno del reattore? Un primo robot esplorativo ha riportato immagini con strati fusi di vernice, cavi isolati e grate metalliche.

Si trattava di un'esplorazione preliminare, durata appena due ore per le troppe radiazioni all'interno dell'unità 2 della Tokyo Electric Power Company (TEPCO). Nelle ultime ore è stata inviata una seconda unità robotizzata, anche questa volta però il giro panoramico è durato molto poco. La cinghia sinistra del robot ha infatti smesso di funzionare molto presto, costringendo gli ingegneri ad abbandonare il robot al suo destino, in pasto alle alte radiazioni del sito.

Questo tipo di unità viene chiamato Scorpione a causa della sua coda mobile, in grado di guardare sia alle spalle del dispositivo che frontalmente. Ciò che non hanno capito gli ingegneri è se la cinghia abbia smesso di funzionare per un problema meccanico, causato dai detriti all'interno del reattore, o per l'eccessiva esposizione alle radiazioni. Nonostante la breve durata dell'esplorazione, gli ingegneri sono riusciti a raccogliere alcuni dati importanti, che serviranno a capire come pulire il reattore alla perfezione nel 2021.

FONTE: Engadget Quanto è interessante?
0
Segnala Notizia Segnala Errori Vai ai commenti