Giornalista posta accuse di corruzione, Facebook gli banna il profilo

di
É successo a Matthew Caruana Galizia, il giornalista aveva pubblicato su Facebook una serie di post in cui accusava il Primo Ministro di Malta di corruzione, pochi giorni dopo si è visto sospeso il profilo e alcuni dei suoi posti erano stati cancellati.

Galiza ha fatto parte del team di giornalisti dietro all'inchiesta sui Panama Papers. Il suo report, che riguardava in particolare il Governo di Malta e il suo Primo Ministro Muscat, non avevano ricevuto particolare attenzione da parte della stampa locale e per questo motivo si era rivolto al popolare social network. "Non mi sarei mai aspettato una cosa del genere, è incredibile", ha commentato laconico il reporter.

Subito dopo la pubblicazione dei posto, Muscat ha minacciato di querelarlo, e il 16 Maggio a Galiza è stato negato l'accesso della sua pagina facebook, stando al The Guardian, ad ogni modo non è chiaro se il Governo ha avuto un ruolo in questo.

La piattaforma ha dichiarato al web magazine The Verge che intende investigare sull'incidente: "Stiamo facendo delle verifiche, abbiamo parlato con il signor Caruna Galizia che potrà quindi postare ciò che crede, senza includere dettagli privati non necessari che potrebbero creare un rischio per la sicurezza. Se abbiamo fatto errori li correggeremo prontamente".