Gli Hashtag arrivano anche su Facebook

di

Dopo Twitter, che ha il merito di averli resi tanto popolari, anche Facebook si allinea a Pinterest, Tumblr, Instagram e Google+ introducendo il supporto agli Hashtag. Quest’ultimi consentono di aggregare in un flusso di informazioni unico, post provenienti da utenti differenti, che hanno però in comune la scelta di inserire nel proprio messaggio un termine specifico preceduto dal simbolo “#”; così facendo, un qualsiasi utente, cliccando sull’Hashtag, può avere un elenco completo dei messaggi relativi ad un argomento in particolare, tramite un semplice click. Come indicato nella pagina dell’Help Centre del social network di Mark Zuckerberg, nella gestione delle nuova feature, Facebook intende offrire comunque all’utente la possibilità di controllare con chi condividere o meno i propri post.

In termini pratici, con la nuova funzionalità non cambia nulla, dal momento che la discriminante rimane il messaggio, quindi un contatto che sarà autorizzato a visualizzarlo, potrà anche ricevere tale post tra gli aggregati di un particolare Hashtag. Il meccanismo di controllo, spiegano da Menlo Park, non vale per le pagine, che per loro definizione sono pubbliche e aperte: quando si condivide un post pubblico contenuto in una delle Pages, si lascia implicitamente la possibilità a chiunque clicchi sull'hashtag di visualizzare tale elemento. Nel comunicato ufficiale rilasciato dalla società, viene promessa l'introduzione di ulteriori novità nel corso delle prossime settimane, come ad esempio uno strumento che consentirà di seguire gli hashtag più utilizzati in uno specifico momento.