Gli operatori italiani multati per i servizi premium

di

Maxi multa in arrivo da parte del Garante del Mercato agli operatori telefonici italiani TIM, Wind, Vodafone e 3 Italia, a cui è stata notificata una sanzione complessiva da 1,733 milioni di Euro per l'attivazione dei servizi premium agli utenti senza il consenso di questi ultimi.

Sul sito ufficiale del Garante della Concorrenza e del Mercato si legge quanto segue: “le società non hanno ottemperato ai provvedimenti del 13 gennaio scorso, continuando a non acquisire un consenso pienamente consapevole del consumatore per l’acquisto dei servizi premium attraverso la navigazione su Internet con telefoni cellulari. L’Autorità garante della Concorrenza e del Mercato ha accertato che, anche successivamente a queste delibere, i quattro operatori non hanno implementato un sistema idoneo a garantire l’acquisto consapevole dei servizi. A tal fine, viene considerato insufficiente digitare il tasto di attivazione una sola volta”.
Rispetto a quanto emerso nelle prime ore, quindi i servizi incriminati sarebbero quelli che permettono di scaricare giochi, wallpaper e di ricevere l'oroscopo. Per l'attivazione a tradimento basta infatti cliccare su un qualsiasi popup, anche contro il consenso.
La multa è stata ripartita in questo caso: TIM dovrà pagare 583 mila Euro, Wind 350 mila Euro, mentre Vodafone e H3G 400 mila Euro.