Google ad Uber: "trafugata la documentazione dell'auto senza pilota"

di
INFORMAZIONI SCHEDA
La divisione di Google che si occupa delle automobili autonome e senza pilota, Waymo, ha denunciato il proprio ex capo progettista, reo secondo il motore di ricerca di aver trafugato dei documenti relativi ad un’importante tecnologia ad Uber.

Il tutto viene descritto nella denuncia presentata da Waymo presso la Corte Federale di San Francisco. Nella documentazione sono legate una serie di prove contro Anthony Levandowski, un ex manager del progetto, il quale è accusato del download di oltre 14.000 file confidenziali per dar vita ad una startup che poi è stata acquistata dal servizio di carsharing, per una cifra vicino ai 680 milioni di Dollari.
Uber ha immediatamente diffuso una dichiarazione sulla questione, affermando che “prendiamo seriamente in considerazione le accuse mosse contro i dipendenti Uber, ed abbiamo intenzione di approfondire attentamente la questione”.