Google brevetta un sistema per migliorare le foto grazie a GPS e all’analisi delle condizioni meteo

di

Nella quasi totalità dei dispositivi di ultima generazione, sono presenti una serie di impostazioni che consentono di modificare una serie di parametri per migliorare la qualità fotografica, ma per i meno esperti, termini come bilanciamento, esposizione, iso e molto altro ancora sono sigle prive di significato. Proprio per semplificare la vita a chi non è molto ferrato in ambito fotografico, Google ha brevettato un particolare sistema in grado di regolare automaticamente la fotocamera di un device affidandosi a GPS e analisi Meteo. Tramite questo sistema, lo smartphone comunicherà con una sorta di centrale che monitora la posizione del device, le condizioni meteorologiche e, nel momento in cui andiamo a scattare la foto, provvederà ad impostare automaticamente i migliori parametri per lo scatto.

 La procedura, per quanto interessante ed ingegnosa, porta ad un interrogativo: quanto tempo occorrerà per far si che la fotocamera sia in grado di acquisire l'immagine, dovendo essa valutare i parametri provenienti da GPS e servizio meteo? Google, senza fornire ulteriori dettagli a tal proposito, promette l'istantaneità dell'operazione, come siamo normalmente abituati quando decidiamo di voler immortalare un qualcosa. Il brevetto, sicuramente interessante, è in fase di studio, e non è detto che troverà applicazione reale; una cosa è certa: non vedremo tale funzionalità implementata nei dispositivi Android che verranno lanciati sul mercato nel breve periodo, vista la complessità tecnica dell'applicazione di quanto spiegato nel brevetto.
Google brevetta un sistema per migliorare le foto grazie a GPS e all’analisi delle condizioni meteo