Google e il software che troverà oggetti nei video come l’occhio umano

di

Il quotidiano Daily Mail riferisce come il gigante della ricerca abbia brevettato una tecnologia rivoluzionaria che consentirebbe di scannerizzare in modo intelligente un filmato, individuando ed estrapolando ogni singolo dettaglio. L’algoritmo, così come descritto, funzionerebbe in modo molto simile all’occhio umano, e sarebbe capace di riconoscere gli oggetti presenti in un filmato; la tecnologia in questione sarebbe in grado di creare un database sulla base delle informazioni ottenute, collegandole eventualmente a un’applicazione di e-commerce. Come sempre, anche in questo caso i rischi maggiori riguardano il fronte della privacy: visti i milioni di video presente su YouTube, l’occhio intelligente di Google potrà rivelare infiniti particolari sulla nostra vita privata per poi geolocalizzarli. Nik Pickles, direttore del gruppo Big Brother Watch, che si occupa di privacy e diritti civili, ha affermato che “questo tipo di servizi dovrebbe essere opzionale, e Google non dovrebbe utilizzarlo per raccogliere informazioni addizionali qualora la gente non lo abbia autorizzato espressamente”.