Google fa sul serio con i Glass: fine dell’era Explorer e Tony Fadell supervisionerà il tutto

di

E’ da troppo tempo che Google non dava notizie sui Google Glass, ma quest’oggi l’allarme “abbandono progetto” è rientrato, senza se e senza ma. Come sappiamo il colosso di Mountain View aveva dato il via da diversi mesi all’era “Explorer”, ossia la vendita di Glass in versione beta a 1500 dollari per favorire lo sviluppo di applicazioni e del software del prezioso gioiello. Tuttavia l’interesse degli utenti è andato scemando con il tempo e sembrava che questa fase non dovesse mai terminare. Da poche ore però, Google ha reso noto che il 19 gennaio non sarà più possibile acquistare i Glass Explorer Edition, per un motivo semplice. I Google Glass si preparano al mercato vero, quello della gente normale, anche se non si sa ancora quando arriveranno sugli scaffali. Infine, ma non meno importante, Ivy Ross, capo del progetto, riporterà direttamente a Tony Fadell e non più al responsabile di Google X, proprio per via della fine della fase beta.

Google X non nasce e non è organizzata per tenere vivo un progetto in eterno, quindi un cambio di strategia era doveroso. I rumor che circolano online sui Glass parlano dell’esistenza di una seconda edizione alimentata da chip Intel. Google ha puntato moltissimo su questo dispositivo e i fan di tutto il mondo non aspettano altro che metterci sopra le mani, magari ad un prezzo abbordabile. Tuttavia i Glass dovranno superare diverse problematiche legate alla privacy e alla modalità di utilizzo prima di essere immessi completamente sul mercato. Staremo a vedere come Google agirà in futuro, ma il fatto di aver messo una personalità di spicco come Tony Fadell (ex Apple e considerato il padre dell’iPod) al comando non può che farci ben sperare.
FONTE: PA
Quanto è interessante?
0