Google Glass: il futuro appare oscuro, gli sviluppatori abbandonano la piattaforma

di

Uno dei progetti più ambiziosi di Google è rappresentato dai Glass, occhiali dedicati alla realtà virtuale già in vendita, in edizione Explorer (una sorta di beta) al prezzo di 1500 dollari, sul mercato statunitense. Da diversi mesi gli sviluppatori sono all’opera per garantire un ampio parco di applicazioni a chi volesse sperimentare questo dispositivo indossabile. Tuttavia la politica adottata da Mountain View (prezzi alti e assenza di diffusione a livello mondiale) non è piaciuta alle software house e ai developer che stanno iniziando ad abbandonare la piattaforma.

Reuters riferisce che su sedici sviluppatori al lavoro sui Glass intervistati, nove avrebbero confermato di voler dedicarsi ad altri progetti. Il più noto tra questi è Twitter, che avrebbe deciso di dedicare le proprie forze ai dispositivi dotati di sistema operativo Android Wear. La software house Little Guy Games, così come Twitter, ha confermato di non voler più sviluppare per i Google Glass, almeno fino a quando non siano pronti per un pubblico di massa. Chiarissime, a tal proposito, le parole del CEO Tom Frencel:”Se ci fossero 200 milioni di Google Glass venduti sarebbe un discorso diverso. In questo momento non c’è mercato”. A peggiorare la situazione dei Glass è stata, come anticipato, Google stessa, che ha rimandato il lancio su altri mercati per il 2015. Infine, come se non bastasse, negli ultimi sei mesi molti uomini chiave al lavoro su questo progetto, come Babak Parviz, Adrian Wong e Ossama Alami hanno abbandonato la compagnia di Mountain View. 
FONTE: Reuters
Quanto è interessante?
0