Google+ Hangouts sempre più accessibile

di
INFORMAZIONI SCHEDA

Google ha da poco introdotto alcune novità nella funzionalità Houngouts presente all’interno del suo social network Google+, confermando la ferma volontà di voler portare il suo servizio di videoconferenza all’utenza disabile. Tramite la funzionalità “Sign Language Interpreter app” sarà possibile, per gli utenti non udenti o con problemi di udito includere un proprio interprete nella conversazione: l’immagine dell’interprete verrà visualizzata nell’angolo superiore destro dell’Hangout, e verrà automaticamente messa in primo piano ogni volta che l’utente con deficit parla. Ciò consentirà a chi ha problemi di uditi di avere la traduzione in segni della discussione. Sempre nell’ottica di una maggiore accessibilità, i tecnici di Mountain View hanno introdotto una nuova serie di scorciatoie da tastiera per gli utenti che non sono in grado di usare un mouse durante l’Hangout.

Gli utenti di Google+ potranno ora disattivare il microfono utilizzando la combinazione di tasti "CTRL+D" su PC, o "Command+B" su Mac. Per iniziare una chat basterà utilizzare "CTRL+B" su PC, o "Command+B" su Mac. E' possibile comunque ottenere una lista completa delle scorciatoie disponibili digitando "?" nel corso di un Hangout o quando ci si trova nella pagina di supporto di Google. L'annuncio di queste nuove features introdotte è solo l'ultimo di una serie orientati verso l'utenza Google+ disabile; il colosso di Mountain View lanciò un'iniziativa simile lo scorso anno, quando introdusse un'app per Hangout in grado di fornire sottotitoli in diretta per i non udenti.