Google: multa in Giappone per non aver filtrato i risultati di ricerca

di

Per la prima volta in assoluto, a Google è stato chiesto di modificare l'algoritmo in quanto nei risultati compaiono link diffamanti. Lo ha deciso un giudice giapponese un anno dopo la richiesta avanzata da un uomo che veniva etichettato come un malvivente dal motore di ricerca. La società di Larry Page però già in passato ha espresso tutte le sue perplessità nell'applicare una specie di censura ai link generati dal sito, ed appare attualmente difficile un cambio di strategia. Tuttavia gli avvocati hanno affermato che rileggeranno con calma la sentenza per poi valutare il da farsi. Ma non è tutto perchè la Corte Distrettuale di Tokyo ha anche multato Google al pagamento di 3.082 Dollari all'uomo per "l'angoscia mentale" vissuta e per le difficoltà incontrate nel trovare lavoro.