Google non consegnerà i suoi Glass a tutti coloro che ne avevano fatto richiesta

di

Nel mese di febbraio, Google aveva indetto una sorta di concorso per gli utenti che desideravano utilizzare i suoi rivoluzionari occhiali. Come ben sapete, i Google Glass sono destinati, almeno in questa prima fase di sviluppo, ai developer che, sotto pagamento di 1500 dollari, possono testare le proprie applicazioni e le varie funzionalità multimediali e interattive. L'azienda di Mountain View ha voluto però allargare la cerchia di beta tester e ha promesso, sempre previa pagamento di 1500 dollari, altri Glass per chi ne avesse fatta specifica richiesta e avesse spiegato i motivi per cui intendeva utilizzarli (tramite Google+ o tramite Twitter utilizzando l'hashtag #ifihadglass). In questi giorni Google sta annunciando i vincitori dell'ambito dispositivo, ma sembra che qualcuno di questi non avrà mai i suoi occhiali. Come mai? La spiegazione è semplice: le loro motivazioni nel possedere i Google Glass sono state ritenute non "regolari".

I termini e le condizioni del concorso parlano chiaro:"Abbiamo bisogno di feedback onesti da parte di persone affascinate ed eccitate da questi occhiali, ma anche da parte di persone critiche e scettiche nei loro confronti. Detto ciò, è apparso chiaro che alcune intenzioni non rispettano i nostri termini e stiamo per eliminare chi le ha evidenziate. Non bisogna essere dispregiativi, offensivi, minacciosi, diffamatori, denigratori, mettere in mostra contenuti non appropriati al contesto, indecenti, sessuali, profani, discriminatori o che promuovono odio e violenza nei confronti di qualsiasi gruppo o persona. Tutto deve essere conforme con lo spirito di #ifihadglass". In calce alla news trovate alcuni dei tweet condannati, per i quali gli autori, pur risultando vincitori, non saranno mai premiati con gli ambiti Google Glass.
Google non consegnerà i suoi Glass a tutti coloro che ne avevano fatto richiesta