Google non scansionerà più le vostre email per personalizzare gli ads

di
Google smetterà di scansionare ogni email ricevuta e inviata da un utente per trarre informazioni a scopo pubblicitario. La pratica permetteva a Google di capire gli interessi e le preferenze degli utenti in modo da inserirli in un target preciso per il suo servizio di ads.

Google ha sempre portato avanti questa pratica fin dal lancio del servizio Gmail. Questa abitudine aveva reso difficile a Google la vendita dei suoi servizi di email dedicati alle aziende, visto che Gmail rispetto ad altri concorrenti veniva visto come troppo invasivo e si era diffusa la paura che Gmail non rispettasse i dati sensibili contenute nelle email interne delle aziende o delle non profit.

"G Suite di Gmail ha rinunciato alla personalizzazione degli ads mediante le informazioni ricavabili delle email dei suoi utenti già da un po'", ha scritto Diane Greene, Google’s cloud division head, su un blog post. "Oggi Google ha deciso di cambiare le sue policy anche per gli utenti free di Gmail".