Google pensa ad un piano per diffondere maggiormente i suoi Glass

di

Timothy Jordan, ingegnere senior per lo sviluppo dei Google Glass, ha partecipato sabato scorso ad una conferenza organizzata da Engadget a New York City e ha parlato dell'intenzione di Google di rendere disponibili ad un pubblico più ampio i suoi "occhiali tecnologici". Si tratta di un passo importante, visto che un recente sondaggio negli Stati Uniti ha dimostrato che poco più del 50% degli utenti sono interessati ai dispositivi indossabili, mentre la restante percentuale pensa che si tratti di pura e semplice moda.

Ecco cosa ha detto Jordan:"L'obbiettivo di Google è quello di rendere i Glass disponibili per tutti, in modo che chi li vuole li possa prendere tranquillamente. La nostra compagnia ha lavorato in questo senso e ha permesso agli Explorer, coloro che stanno testando il prodotto, di scegliere tre nominativi a cui verrà consentito di acquistare gli occhiali tecnologici. Google non sta cercando di sostituire lo smartphone con i Glass. Essi sono solo un dispositivo 'compagno' dei cellulari. Li trovo intuitivi e naturali. Con quello che abbiamo progettato e stiamo sviluppando funzionano alla grande. Sembra del tutto paradossale che portando la tecnologia più vicino all'uomo (con i dispositivi indossabili) si possa uscire fuori di strada nel nostro settore". Nel frattempo Google sta permettendo agli sviluppatori, gli Explorer appunto, di sostituire i propri modelli di Glass con altri più recenti e aggiornati, dotati di auricolari mono e modellabili anche con lenti graduate per chi ha problemi di vista. Secondo Jordan, "consentire agli utenti di sostituire le lenti montate di default sui Glass con le proprie è una delle cose più importanti che la compagnia ha imparato da questa prima fase di utilizzo limitato".