Google Play batte App Store sulle App scaricate

di

Negli ultimi tre mesi, secondo alcuni dati emersi da un’analisi condotta da Canalys, il numero di download delle app per dispositivi mobili ha fatto registrare un aumento dell’11%. I dati, riferiti al primo trimestre del 2013, prendono in considerazione le quattro piattaforme maggiormente utilizzate dai possessori di uno o più tablet o smartphone: Google Play, App Store, Windows Phone Store e BlackBerry World. Il maggior volume di app scaricate è stato generato dal negozio virtuale di Google, riuscito ad aggiudicarsi la fetta maggiore della torta, con una percentuale del 51%, seguito a breve di stanza da Apple.

Considerata la leadership del sistema operativo Android, il dato non stupisce più di tanto, anche se dalle ultime rilevazioni si evince un piccolo stop nel tasso di crescita all'interno di un mercato molto importante, quale quello degli Stati Uniti. Traducendo il tutto in cifre, tra il mese di gennaio e quello di marzo, le applicazioni scaricate sono state 13,4 miliardi, in tutto il mondo, generando un volume d'affari quantificato in circa 2,2 miliardi di dollari, in aumento del 9% rispetto al Q4 dello scorso anno, e suddiviso dall'acquisto diretto, dalle sottoscrizioni a pagamento e in app purchase. In termini di profitti, a garantire gli incassi migliori è Apple, aggiudicandosi il 74% della cifra totale. Adam Daum, analista della società che ha condotto lo studio, ha dichiarato quanto segue: Le applicazioni hanno un impatto determinante sul modo di utilizzare i dispositivi mobile da parte degli utenti, sul loro valore e su cosa la gente si aspetta da smartphone e tablet. Rappresentano gli strumenti che permettono alle persone la fruizione dei contenuti e la connessione ai servizi, oltre alla personalizzazione dei device. Si tratta di un mercato che vale miliardi di dollari, in continua crescita, con un numero sempre maggiore di consumatori di tutto il mondo alla ricerca di app. Le parole di Daum non fanno altro che confermare una tendenza ormai nota a tutti da diverso tempo.