Google rimuove dal proprio store Gab, il social network dell'Alt-Right

di
Nella giornata di oggi, Google ha avvisato gli sviluppatori di Gab che l'app è stata rimossa dal Google Play Store per violazione delle policy sull'hate speech. Gab è un social network che fa della libertà di parola il suo cavallo di battaglia ed è nato come reazione ai ban su Twitter di personalità dell'Alt-Right come Milo Yiannoupoulos.

Tuttavia, nonostante le premesse in un certo senso molto libertarie (o meglio, proprio come conseguenza del principio di non bannare nessuno), il social è diventato né più né meno che un ibrido tra Twitter e /pol/ di 4Chan.

Frequentato esclusivamente da membri dell'estrema destra americana e non, Gab ha scelto come logo una rana verde. Un omaggio a Pepe, il meme diventato simbolo dell'Alt-Right.

Gab non contiene nessun avviso pubblicitario al suo interno, ed è operativo esclusivamente i grazie ai finanziamenti degli investitori, ad una raccolta crowdfunding (che ha superato in breve tempo i 700.000$) e ai proventi della vendita di merchandising.

Google non ha ancora commentato la rimozione dell'app del social dal suo store. Ricordiamo che, comunque, l'app di Gab non è mai stata approvata sull'App Store di Apple.