Google rimuove i dati clinici dai risultati del suo motore di ricerca

di
Google ha rimosso numerosi dati medici privati dai risultati di ricerca del suo motore di ricerca, come riporta la testata Bloomberg. Google ha dunque rivisto le sue policy in materia di rimozione di contenuti per venire incontro alla privacy dei pazienti.

Questo Giovedì la lista degli argomenti che erano idonei alla cancellazione dalla lista dei risultati è stata integrata, ora nell'elenco dei contenuti si legge anche "dati medici confidenziali e personali di privati". Sebbene Google solitamente si sia dimostrata sempre riluttante dal mettere mano al suo algoritmo, nel corso del tempo ha deciso di rimuovere alcuni contenuti di natura squisitamente privata, tra cui numeri di carta di credito, codici bancari e codici di previdenza sociale. Nel 2015 la compagnia ha modificato il proprio algoritmo affinché oscurasse il così detto revenge porn.

La decisione di rimuovere i dati clinici si è resa necessaria dopo numerose violazioni in tutto il mondo. Infatti, nel 2015, un attacco hacker si è reso responsabile della diffusione delle informazioni mediche di decine di milioni di pazienti americani. Tutti dati ottenuti dalla violazione dei database di Anthem, la seconda compagnia di assicurazioni americana per grandezza. Tra il 2010 e il 2013 gli americani che hanno subito un furto dei propri dati sanitari sono circa 30 milioni.

Google ha deciso di correre al riparo proteggendo la privacy dei pazienti, dopo che le loro informazioni mediche erano state diffuse.