Google rimuove lo strumento per personalizzare le mappe

di
Google ha annunciato nella giornata di oggi che a partire da Marzo 2017 non sarà più accessibile il Map Maker, ovvero lo strumento che consente agli utenti di modificare e suggerire cambiamenti alle informazioni presenti su Google Maps.

Le funzioni di editing e suggerimento verranno migrate nell’applicazione principale di Google Maps, nel programma Local Guides, il quale premia le persone che migliorano il già ricco servizio di cartografie, attraverso premi quali l’accesso a funzioni beta e spazio di archiviazione su Google Drive.
Il Map Maker era stato lanciato nel 2008 dal gigante dei motori di ricerca, allo scopo di permettere agli utenti ed abitanti di quelle zone non coperte di inserire informazioni nel servizio, al fine di renderlo quanto più completo possibile. Tuttavia, nel corso dei mesi, molti iscritti si sono divertiti ad inserire informazioni false, e coloro che avevano il compito di sorvegliare si sono trovati di fronte ad una quantità talmente tanto elevata di dati che alcune volte hanno erroneamente accettato anche modifiche scomode e non corrispondenti alla realtà.
L’incidente più grave è stato registrato lo scorso anno, quando un utente ha inserito un disegno che ritraeva il robot di Android che urinava sul logo Apple.

FONTE: The Verge