Google si attiva per migliorare la durata della batteria in Marshmallow

di

Una delle più grosse lamentele dei possessori di dispositivi Android è la bassa durata della batteria. In assenza di una tecnologia che rivoluzioni le batterie così come fisicamente son costruite, gli sviluppatori e i produttori devono diventare creativi e agire sia tramite software che hardware.

Marshmallow sembra voler seriamente combattere il problema: Android Police ha recentemente scoperto un paio di requisiti a cui gli OEM devono aderire per preservare la durata della batteria.

La prima è l’implementazione di Doze, una feature che mette le applicazioni in uno stato di deep sleep quando esse non sono utilizzate. Alcune volte qualche app potrebbe però temporaneamente risvegliarsi per scopi legati alla sincronizzazione.

Il Marshmallow Compatibility Definition Document, inoltre, suggerisce i produttori a mostrare tutti i processi di sistema che consumano la batteria. Nonostante questo sia un criterio opzionale e che non ha direttamente un impatto sulla vita della batteria, senza dubbio renderà capaci gli utenti che avere una visione più chiara di ciò che sta consumando la batteria.

Insomma, da Android 6.0 ci aspettiamo sicuramente una gestione più accurata della carica residua.