Google si sta guardando intorno per produrre le proprie CPU

di

Sembra che la notissima azienda californiana stia pianificando di produrre da sé una serie di processori. La news è tratta dal job listing di Google, elenco che segnala le posizioni aperte nella società. Essa sta cercando un “multimedia chip architect”.

Potete trovare la richiesta a questo link.

Questo significa che potrebbe aver l’intenzione di seguire la stessa strada intrapresa da Apple e Samsung.
I processori targati Google servirebbero ad essere piazzati nei propri prodotti, come la linea di smartphone Nexus o dispositivi come Chromecast.

La figura che andrà ad occupare il ruolo sarà impegnata a tempo pieno negli headquarter di Google, in California, e la descrizione specifica proprio che il dipendente prenderà parte ad un “tentativo per lo sviluppo di un nuovo chip”.

“Abbiamo bisogno che i nostri ingegneri siano versatili e che abbiano passione, per combattere i problemi che vengono a galla quando cerchiamo di spingere la tecnologia ancora oltre. Se l’idea di costruire qualcosa di nuovo ti eccita e non sei spaventato dal produrre qualcosa da dei semplici scarabocchi, il nostro team potrebbe rappresentare il prossimo step della tua carriera.”, ha scritto Google.

L’azienda richiede le seguenti capacità:

  • Proporre un’architettura basata sui requisiti del prodotto
  • Progettare un prototipo FPGA o al simulatore
  • Valutare le performance di svariati algoritmi
  • Far capo agli sviluppi di un nuovo chip
  • Lavorare con gli altri ingegneri per portare il chip sul mercato

Per concludere, sembra proprio che Google voglia iniziare a produrre processori da sé. Ricordiamo che attualmente si affida principalmente a Qualcomm.