Google sotto accusa negli USA per politiche anticoncorrenziali riguardanti Android

di

L'FTC ed il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti hanno avviato un'indagine ai danni di Google riguardante delle presunte pratiche anticoncorrenziali messe in atto dal gigante del web con Android.

Secondo quanto riportato da Bloomberg, la decisione sarebbe stata presa dopo alcuni incontri tenuti dai commissari con le aziende rivali del settore tecnologico, le quali si sarebbero lamentate in quanto Google limiterebbe loro l'accesso ad Android per favorire le proprie applicazioni. Un'indagine simile è stata già avviata in Europa, e la Commissione Europea sta esaminando la documentazione riguardante Gmail, Chrome e Google Play. La preoccupazione è che Big G, sfruttando la propria posizione dominante, crei un monopolio per spiazzare app rivali come Outlook di Microsoft o Nokia Here.
La situazione è simile a quella venutasi a creare con i browser presenti in Windows 7, con Microsoft che fu costretta ad inserire in fase d'installazione dell'OS un'applicazione per permettere agli utenti di scegliere quale browser installare.
Il procedimento è chiaramente nelle fasi iniziali, ed almeno al momento è prematuro ipotizzare qualsivoglia misura o eventuale multa, ma per Google si tratta dell'ennesima spina nel fianco. 
Almeno al momento, però, il motore di ricerca non ha diffuso nessun tipo di risposta o comunicato ufficiale sulla vicenda. Nelle prossime ore però potrebbe arrivare la risposta ufficiale da parte di qualche rappresentante della compagnia. 

FONTE: Engadget
Quanto è interessante?
0