Google spinge gli sviluppatori ad ottimizzare le app per S8 e G6

di
Samsung e LG con i rispettivi Galaxy S8 e G6 hanno dato il via ad una nuova moda nel mondo degli smartphone, quella di avere schermi dal rapporto di forma differente dai canonici 16:9.

Con rispettivamente 18.5:9 e 18:9 (o anche 2:1 per i più pignoli), Samsung e LG si trovano ad avere a che fare con app ideate, disegnate e scritte per funzionare ad una risoluzione di 16:9, standard de facto dell'industria degli smartphone che portano a dover mostrare due antiestetiche barre nere sui bordi orizzontali.

Per evitare questo spreco e anacronia, Google ha condiviso un post sul proprio "Android Developers Blog" invitando gli sviluppatori a trarre vantaggio dal maggiore aspect ratio dei nuovi dispositivi, dimostrando con un semplice tweak come adattare le proprie app in pochi passaggi. Rimane una soluzione temporanea ma comunque funzionale.

Ma per quanto tempo andrà di moda questa novità? Succederà come per gli schermi 3D o cadrà in disuso a causa della maggiore fragilità degli smartphone, oppure diventerà il nuovo standard dell'industria? E quale sarà la soluzione migliore per la riproduzione di contenuti visivi, da sempre registrati in 16:9?