Hacker, prima attacchi DDoS a compagnie e poi la richiesta di 250€ per il test

di
É successo in Germania dove un gruppo di hacker si è lanciato in pesanti attacchi DDoS a siti di aziende, salvo poi telefonare a queste per chiedere 250€ per aver testato i loro sistemi di sicurezza. Test che ovviamente non erano stati assolutamente richiesti.

Il gruppo di hacker si farebbe chiamare XMR Squad e ha dedicato all'operazione l'intero weekend appena passato. La routine è stata sempre la stessa: prima gli attacchi DDoS ai siti delle aziende, attacchi che hanno creato non pochi disagi, poi, subito dopo, il contatto via email e telefono: vogliamo 275$ per il lavoro svolto, abbiamo provato le vulnerabilità del vostro sito. Ci dovete pagare.

Attacchi sono stati portati avanti nei confronti di aziende come DHL, Hermes, AldiTalk e Freenet. L'attacco nei confronti di DHL è stato particolarmente gravoso, tant'è che ha buttato giù l'intero servizio commerciale della compagnia, costringendo ebay a mandare un comunicato ai suoi clienti dove dichiarava che le spedizioni assegnate a DHL potrebbero subire dei ritardi per via dei disservizi registrati.

Un reporter tedesco, che ha contattato le compagnie, ha riportato che a quanto pare gli hacker avevano un accento straniero ma parlavano tutti un tedesco perfetto. Il gruppo di hacker, stando agli sfottò su twitter (dove l'account del gruppo è stato bannato) non sono riusciti a farsi pagare da nessuno dei bersagli. Attacchi di questo genere, detti anche DDoS extorsions, sono parecchio frequenti. Non molto tempo fa, anche DD4BC e Armada Collective avevano portato avanti la stessa operazione sempre in Germania.

Iscriviti alla pagina Facebook di Everyeye Tech