Hackerati diversi account WhatsApp e Telegram tramite una finta immagine

di
Nella giornata di oggi i ricercatori di Check Point Software Technologies hanno annunciato di aver scoperto un nuovo attacco contro WhatsApp e Telegram, che si manifesta attraverso la ricezione nelle chat di immagini e file multimediali.

A quanto pare il tutto avverrebbe attraverso un file che appare nelle conversazioni come una normale immagine, ma quando la si tenta di aprire reindirizza gli utenti ad una pagina HTML piena di malware, i quali recupereranno tutti i dati memorizzati sul dispositivo consentendo agli hacker di compromettere l’account.
Il responsabile della ricerca ha affermato che “inviando una foto innocente, un utente malintenzionato potrebbe ottenere il controllo dell’account, la cronologia dei messaggi, le foto inviate, ma soprattutto sarà in grado di inviare messaggi per conto del suddetto utente”.
La vulnerabilità sembra essere più difficile da sfruttare su Telegram, in quanto chiede agli utenti di aprire un video in una scheda diversa di Chrome.
Le due compagnie sono state avvisate lo scorso 8 Marzo ed entrambe hanno provveduto prontamente a correggere la vulnerabilità.