HP ha scelto Android per i prossimi tablet, e forse smartphone

di

Dopo un periodo in cui ha brancolato nel buio, conseguente alla caduta di WebOS che costituiva un’alternativa per il futuro del gruppo, HP ha fatto una scelta molto coraggiosa: la società guidata da Meg Whitman ha individuato in Android il sistema operativo che animerà i suoi tablet fin dai prossimi mesi, senza escludere il comparto smartphone(al momento quest’ultima è solo un’ipotesi) nel 2014. HP nei mesi a venire porterà sul mercato svariati tablet basati sul sistema operativo di Google: se tale scelta potrebbe configurarsi come una clamorosa sconfitta per l’azienda di Whitman, trattasi invece di una grossa vittoria per il robottino verde, già leader nel settore ed in crescita costante, che conquista un player fondamentale che potrebbe consentire al gruppo di Mountain View di consolidare ed accrescere ulteriormente la propria posizione nel settore mobile.

Per HP, la scelta di Android potrebbe rappresentare un rischio: la società approda in un ecosistema già molto affollato e frammentato, nella quale viene adottato il sistema operativo dominante nonostante sia necessario scontare una concorrenza agguerrita su tutti i fronti; la società dovrà quindi dare dimostrazione tangibile della propria capacità di emergere tra i tanti player presenti sul mercato che hanno scelto il sistema operativo di Google, di cui Samsung rappresente il capostipite, e per fare ciò le indiscrezioni affermano che HP voglia esordire con un tablet dalle caratteristiche impareggiabili basato su Nvidia Tegra 4.