HP licenzia 34.000 impiegati entro la fine di Ottobre

di

La continua crisi del mercato dei personal computer ha costretto Hewlett-Packard a tagliare 34.000 posti di lavoro, 5.000 in più rispetto alle stime iniziali. I licenziamenti saranno effettivi entro l'Ottobre del 2014, e tale decisione è stata presa in quanto la società sta continuando a ristrutturare l'assetto aziendale a seguito della forte flessione che sta interessando il mercato del PC. Nel Luglio del 2012, l'azienda ha annunciato il taglio di 29.000 posti di lavoro, ma evidentemente ciò non è bastato. HP, che sta combattendo con Lenovo per la supremazia del settore, ha tagliato massicciamente la produzione di computer portatili, ma la società prevede comunque di ritornare prepotentemente nel mercato dei tablet, con il lancio di una nuova gamma di dispositivi che dovrebbe vedere la luce già nei primi mesi del 2014. Il mercato del PC sta vedendo una contrazione soprattutto a causa della fortissima concorrenza dei dispositivi mobili, che stanno letteralmente divorando il settore.