HP mantiene la sua promessa, lancia la beta di Open webOS

di

Sebbene abbia rinunciato a continuare qualsiasi progetto hardware delle serie Pre e TouchPad, HP è riuscita a mantenere in vita webOS. Otto mesi fa l'azienda americana ha ufficialmente svelato i propri piani relativamente ad un sistema operativo open source denominato webOS, ma dopo diversi mesi caratterizzati da eventi negativi, sembrava proprio che non ci fosse più speranza. Invece, quando ormai nessuno ci credeva più, ecco che HP annuncia il rilascio della versione beta ufficiale. La notizia è stata diffusa tramite un post sul sito dedicato al software, che oltre a essere caratterizzato dal font originale di webOS, comprende, per ora, un po' di documentazione relativa al nuovo prodotto. Gli sviluppatori affermano che "ci sono volute ore di duro lavoro, sacrifici fatti durante i weekend dal team e dai progettisti, per mantenere le promesse fatte, ma nonostante tutto sembra che stia venendo fuori qualcosa di buono".

Open webOs arriverà fornito di due differenti ambienti di compilazione, una desktop build e una OpenEmbedded build. La desktop build fornisce una piattaforma agli sviluppatori per lavorare su nuove funzionalità e tecnologie in bundle con il sistema operativo su un PC Ubuntu. La OpenEmbedded build invece, permette di portare webOs su "dispositivi nuovi o già esistenti". Non vengono specificati particolari dispositivi nel post sul sito, ma presto la news dovrebbe essere aggiornata. Tuttavia, se qualche utente usa il TouchPad HP e per qualsiasi motivo non desidera utilizzare Android, potrebbe valere la pena scaricare webOS. A quanto pare il nuovo S.O. HP include una serie di nuove caratteristiche, gestures e funzioni card-based. La versione beta è dotata di 54 componenti e oltre 450 mila righe di codice. Essa rientra nella licenza Apache 2.0, considerata "una delle più liberali e accettate nella comunità open source". Tutto sommato, Open webOS potrebbe infondere nuova vita nelle piattaforme in difficoltà. Ma non aspettiamoci di vedere un nuovo Android, quei tempi e quella fame di S.O. innovativi, sono ormai passati.
HP mantiene la sua promessa, lancia la beta di Open webOS