I tassisti di Roma scioperano contro il DDL Milleproroghe ed Uber

di
INFORMAZIONI SCHEDA
Sono sul piede di guerra i tassisti di Roma, che nella giornata di oggi, a seguito dell’approvazione del Decreto Milleproproghe, hanno deciso di scioperare contro la così detta norma pro-user e NCC. Scioperi che si sono rapidamente sparsi in tutta Italia, ma la città più interessata sembra essere Roma.

In particolare, davanti al Senato, un migliaio di tassisti hanno fatto un sit in per protestare proprio contro il DDL Milleproroghe, che secondo gli stessi favorirebbe servizi come Uber, andando quindi a sfavorire coloro che hanno acquistato regolarmente una licenza di tassisti. La norma interessata è quella firmata da Lanzillotta e Cociancich, che rinvia a fine anno il termine massimo entro il quale il ministero delle infrastrutture dovrà emanare il provvedimento che impedisca l’esercizio abusivo dei taxi e delle vetture con conducente, compreso Uber.
Roma in queste ore è letteralmente in tilt, dal momento che molti dei tassisti di turno hanno deciso di scioperare, non garantendo quindi il servizio.