IBM offre Watson e i suoi servizi gratuitamente agli sviluppatori di Indiegogo

di
Il futuro di internet è sicuramente nell'Internet of Things, l'internet delle cose che ci permette di controllare oggetti di ogni tipo da remoto con un dispositivo connesso. Lo sa bene IBM, che ha appena investito 200 milioni di dollari per sviluppare un quartier generale dedicato all'IoT a Monaco.

Questo però è niente, solo un sassolino di un progetto più ampio da 3 miliardi di dollari, utile a fare ricerca e sviluppo sui dispositivi connessi. I terminali però non possono esistere senza il supporto del software, motivo per cui il gigantesco gruppo informatico ha creato Watson, per il quale la stessa IBM, Indiegogo e Arrow Electronics stanno cercando sviluppatori e professionisti che possano lavorarci sopra e ingrandirlo esponenzialmente. Proprio in virtù di questo, IBM ha fatto sapere che ogni progetto di Indiegogo che richieda l'utilizzo di Watson IoT potrà usufruire della piattaforma e dei suoi sistemi cloud per un numero illimitato di ore.

Significa che gli sviluppatori intraprendenti potranno avere accesso a una quantità spropositata di servizi già pronti nel campo dell'intelligenza artificiale, del Blockchain, dell'analisi e della cyber-security risparmiando dollari preziosi, che possono così essere spesi nello sviluppo di progetti originali. Anche Arrow Electronics metterà del suo, farà in modo che i progetti più interessanti e avanzati possano crescere più in fretta degli altri, offrendo 500.000 dollari in materiali di supporto. Un sistema bilanciato in cui guadagnano tutti, gli sviluppatori possono vedere i loro progetti realizzati, IBM ingrandire e migliorare il suo software Watson, che senza dispositivi connessi sarebbe fine a se stesso.

FONTE: Engadget

Altri contenuti per Internet of things