iCloud: un incubo per gli sviluppatori, Apple in difficoltà

di

Quando Steve Jobs presentò al mondo intero iCloud, aprendo la strada a tantissimi altri servizi di storage online dei propri dati, pubblicizzò il prodotto come qualcosa di facilmente utilizzabile dagli utenti e configurabile in maniera semplice dai developer. Purtroppo, se dal lato utente non gli si può rimproverare nulla, dall'altro la situazione non è delle migliori. Il portale The Verge, interrogandosi anche sulla presenza risicata di app che utilizzano la sincronizzazione dei dati tra più dispositivi appartenenti allo stesso account (il servizio iCloud, appunto), ha cercato di capire quali fossero queste problematiche e perchè i developer non implementano quasi mai il servizio nei propri progetti.

Da questa analisi è emerso che persino Apple ha dei problemi a risolvere la situazione, nel senso che il Core Data di iCloud non funziona alla perfezione, portando sull'orlo dell'esaurimento nervoso coloro che vorrebbero fornire il servizio nelle proprie app. Addirittura, secondo gli sviluppatori, i problemi che attanagliano iCloud potrebbero portare anche alla perdita permanente dei dati degli utenti. Il problema è che poi questi ultimi criticano l'operato dei creatori delle app, non sapendo che è l'azienda di Cupertino ad aver fornito uno strumento non perfetto. La stessa azienda di Tim Cook sembra non volersi esprimere a riguardo, limitandosi a riferire che c'è un team apposito al lavoro su questa delicata questione.