iFixit smonta i MacBook Pro con Touch Bar: niente SSD rimovibile

di
Con l’arrivo dei primi MacBook Pro 2016 senza Touch Bar sulle scrivanie degli utenti e dei giornalisti specializzati, avevamo gioito per la scoperta - fatta da chi ha avuto il coraggio di smontare il computer - di poter cambiare l’SSD.

Questo infatti sorprendentemente non era saldato, come invece avviene sui MacBook da 12 pollici o sui MacBook Air, era libero e a sé stante, pronto a esser cambiato in qualsiasi momento. Una notizia non da poco, visto quanto Apple si fa pagare i suoi SSD con spazio maggiorato; sono super veloci, è vero, ma non tutti preferiscono la velocità alla capienza. Non solo, la cosa rende tutto più facile in caso di guasto tecnico, sostituire il disco è più semplice, veloce ed economico che cambiare un’intera scheda logica.

La gioia però è durata poco, fino all’arrivo negli studi di iFixit dei nuovi modelli da 13.3 pollici con Touch Bar. Sui nuovi MacBook Pro con barra OLED l’SSD infatti si trova in un angolo del dispositivo, ben saldo al resto della scheda. Una doccia fredda per i produttori di dischi a stato solido, che speravano di consolidare il business degli SSD per MacBook, ma soprattutto per gli utenti, che dunque saranno costretti a comprare l’SSD dei loro sogni in fase di ordine, a caro prezzo.

Ricordiamo che il modello base con Touch Bar e SSD da 256 GB costa in Italia 2.099 euro, il modello con SSD da 512 GB costa invece 2.299 euro. Non sono previste capacità superiori. Le foto di iFixit mostrano anche come Apple abbia deciso di utilizzare batterie al litio più piccole rispetto a quanto avrebbe potuto, probabilmente per non appesantire troppo lo chassis completo, ma questa è un’altra storia.

iFixit smonta i MacBook Pro con Touch Bar: niente SSD rimovibile

MacBook Pro Retina

MacBook Pro Retina
  • Produttore: Apple
  • Prezzo: A partire da 2.299€
  • Sito Ufficiale: Link
    • Caratteristiche tecniche
    • +