Il CEO di HP sostiene che il settore dei laptop e dei PC in generale non ha tenuto il passo di Apple in quanto a design

di

Il CEO di HP, Meg Whitman, ha lavorato duramente per trasformare la sua compagnia in maniera totale. Uno degli aspetti più significativi di questa inversione di tendenza rispetto al passato è la focalizzazione dell'azienda sul design dei propri prodotti. Il Wall Street Journal riporta alcune dichiarazioni di Whitman a tal proposito:"Il mercato dei laptop si sta evolvendo in qualcosa che punta maggiormente all'aspetto estetico e HP non stava tenendo il passo con questo tipo di innovazione. A tal fine, abbiamo incaricato il responsabile del settore Pc, Stacy Wolff, di unificare il look and feel dei prodotti dell'azienda, e ne stiamo vedendo i risultati proprio in questo periodo, con prodotti del calibro dell'Envy x2 (tablet convertibile), del notebook Spectre XT TouchSmart e dell'all-in-one Windows 8 Spectre One PC desktop". Con questi ultimi arrivati dunque, HP ha dato un aspetto più uniforme ai propri prodotti e la sensazione che l'era dei "mattoni" di una volta sia finita. C'è da notare però, che molto dell'estetica di questi nuovi device deriva dai MacBook Pro e iMac di Apple:"Apple ci ha insegnato che il design conta veramente, e grazie alla comprensione di ciò, HP ha fatto molti progressi con la sua nuova linea", ha spiegato Whitman.

L'azienda americana avrà sicuramente un'ottima line-up di prodotti utili a far decollare il nuovo sistema operativo Microsoft, Windows 8, ma allo stesso tempo pare proprio che l'ispirazione suggeritagli dalle macchine Apple sia qualcosa di più di una semplice ispirazione. Ciò si evidenzia maggiormente confrontando i futuri prodotti HP con i promettenti ultrabook Windows 8 di Acer o paragonando la strategia appena descritta a quella incentrata sull'affermazione di un brand forte e unico come nel caso di Lenovo.
Il CEO di HP sostiene che il settore dei laptop e dei PC in generale non ha tenuto il passo di Apple in quanto a design