Il deep learning potrebbe predire i problemi delle vetture

di
Il deep learning al servizio del mondo della meccanica. La società israeliana 3DSignals, infatti, ha utilizzato questa tecnologia per tenere traccia dei suoni generati dalle varie componenti delle vetture, in modo tale da predire eventuali problemi in anticipo rispetto alla norma.

La società sarebbe già in trattativa con alcune delle principali case automobilistiche europee per montare i microfoni ad ultrasuoni nelle auto. Piuttosto che sui veicoli a consumo, questo innovativo metodo potrebbe essere utilizzato nelle automobili a guida autonoma.
L’idea di base è di permettere agli operatori o guidatori di conoscere un problema prima che questo si verifichi, in modo tale da non avvertire danni e problemi al veicoli.
Una relazione pubblicata dalla rivista IEEE Spectrum ha affermato che “gli algoritmi di apprendimento di 3DSignals possono identificare problemi specifici in anticipo con una precisione del 98%”, ma è chiaro che questi debbono essere addestrati con carichi pesanti di informazioni per poter funzionare.

FONTE: Engadget