Il Giappone lancerà un supercomputer superefficiente entro il 2017

di
Secondo quanto riportato da PCWorld, il Giappone ha in programma lo sviluppo ed il lancio di un computer super efficiente, in grado di superare qualsiasi supercomputer attualmente sviluppato, entro la fine del prossimo anno.

Il computer dovrebbe avere una velocità di elaborazione di 130 petaflops e con ogni probabilità supererà in termini di velocità anche il supercomputer di TaihuLights, che si è fermato a 93 petaflops. Tale unità di misura indica un milione di miliardi di operazioni al secondo, quindi è facile intuire la quantità di processi che può gestire.
L’istituto nazionale di scienza e tecnologia industriale del Giappone non solo sta mirando a costruire il supercomputer più veloce al mondo, ma lo vuole rendere anche uno dei più efficienti, grazie ad un consumo inferiore a 3 megawatt, nettamente inferiore a qualsiasi altro supercomputer presente sul mercato, basti pensare TaihuLight consuma oltre 15 mW.
I ricercatori inoltre puntano anche ad un rapporto di 1:1 tra consumo di potenza totale e quantità di energia richiesta per il raffreddamento, il tutto grazie anche al raffreddamento a liquido.
ATOS punta ad una performance di un exaflop (un miliardo di miliardi di flop) entro il 2020.

FONTE: PCWorld