Il governo cinese ordina ad Apple di rimuovere dei contenuti dall'App Store

di

Alcuni funzionari governativi che operano per l'esecutivo cinese hanno ordinato ad Apple di rimuovere dei contenuti "osceni" dall'App Store del paese. Secondo il Financial Times alla base di tale richiesta ci sarebbero dei libri, i cui nomi però non sono stati riportati dall'agenzia di stampa Xinhua che parla a grandi linee della vicenda. Come ha fatto notare Mark Tanner, non è la prima volta che il colosso di Cupertino viene attaccato dagli enti del paese asiatico, proprio di recente infatti è stato nella bufera a causa della vicenda legata alle garanzie.