Il Mars Rover Curiosity inizia l'esplorazione del Vera Rubin Ridge

di
Il Mars Rover Curiosity grande quanto un'automobile ha iniziato lo studio del crinale rinominato Vera Rubin Ridge, dedicato alla scienziata Vera Rubin scomparsa nel mese di dicembre. A lei si deve la grandiosa scoperta riguardante la velocità di rotazione della Via Lattea molto più alta di quanto le leggi di Newton prevedono.

L'avanzata del Rover verso il Mount Sharp continua senza sosta nonostante i vari problemi tecnici che affliggono la strumentazione. Di recente Curiosity ha subito un upgrade al suo software che gli permette di avere un'ulteriore protezione alle ruote contro i dislivelli del suolo marziano.

La missione sul Vera Rubin Ridge è di rilevante importanza per la NASA, per via dell'ematite presente in quella regione, un ossido di ferro che può assumere il tipico colore rosso di Marte. Per ora Curiosity sta viaggiando parallelamente al crinale per osservarlo da diverse angolazioni.

Lo studio del territorio effettuato dalla sonda Mars Reconnaissance Orbiter aveva individuato la già citata ematite sul crinale, dell'argilla legata all'acqua e minerali di solfato. Gli scienziati voglio capire la relazione tra le condizioni che hanno portato alla formazione di ematite e quelle che han portato le rocce a depositarsi in quel luogo. In particolare è interessante capire se queste rocce sono lì a causa del vento o delle acque e se l'ematite si è formata mentre i sedimenti si accumulavano o mentre durante il movimento dei fluidi attraverso le rocce.

Grazie alle grandi scoperte passate di Curiosity si è scoperto che Marte avrebbe avuto condizioni favorevoli alla vita in passato dunque ora sta attraversando tutte le zone dove il vento o l'acqua hanno lasciato le loro tracce.

Il Mars Rover Curiosity inizia l'esplorazione del Vera Rubin Ridge