Il mercato delle criptovalute cala di 13 miliardi di $ dopo il recente record

di
Dopo il record di capitalizzazione del mercato delle criptovalute di 180 miliardi di dollari si è registrato un calo generale di più di 13 miliardi di $ in questo fine settimana, il più grande dopo quello avvenuto lo scorso 15 luglio.

Se avete poca familiarità con le criptovalute vi consigliamo la lettura della nostra serie di speciali dedicati al Bitcoin che continueranno ad essere pubblicati nei prossimi giorni.

Il Bitcoin ha superato la soglia dei 5.000$ per poi scendere nuovamente ad un valore attuale di 4.600$, calo registrato dalla maggior parte delle criptolavalute come Ether, Bitcoin Cash, Ripple e Litecoin. Il 15 luglio avvenne un evento simile che porto il mercato ad scendere da una capitalizzazione di 72 miliardi di dollari a 63 miliardi di dollari (ovvero circa il 12%, contro il 7% di questo fine settimana).

Quel che è accaduto è la registrazione di un alto volume di vendite negli exchange di tutto il mondo, ovvero portali grazie ai quali vengono scambiate le criptovalute esistenti, la maggior parte delle quali ha come unica moneta di scambio il Bitcoin.

Non è chiaro quali siano i motivi di questa discesa: alcuni parlano di un calo sintomatico, che arriva periodicamente nei fine settimana e soprattutto dopo un periodo di grande crescita. Altri invece pensano che ci sia stata una sfiducia verso la roadmap tecnica del Bitcoin, che nonostante abbia finalmente fatto passare l'aggiornamento SegWit non vede ancora una larga implementazione della Lightning Network.

Secondo CoinDesk questo momento è stato creato in modo intenzionale per far entrare altri investitori nel mercato, ipotesi plausibile visto che al netto la crescita della capitalizzazione delle criptovalute è positiva.

FONTE: coindesk
Quanto è interessante?
3