La Corea del Nord ha prodotto con successo una testata nucleare miniaturizzata

di
L'allarme dei Servizi statunitensi: Kim Jong Un alla fine ce l'ha fatta, è riuscito a far produrre una testata nucleare di dimensioni sufficientemente piccole per essere ospitata su un missile balistico. Notizia riportata dal Washington Post e dal Ministero della Difesa Giapponese. Trump: "fuoco e fiamme, risponderemo con una furia mai vista prima"

Trump ha intimato al dittatore Kim Jon Un e ai quadri del Nord Corea di cessare immediatamente le minacce contro gli Stati Uniti, altrimenti "faranno i conti con il fuoco e le fiamme, con una furia che il mondo non ha mai visto prima". Difficile capire, in questo continuo e interminabile valzer di nuovi progressi di Kim Jong Un relativamente al suo piano nucleare, e conseguenti esibizioni dei muscoli di Trump, quanto sia effettivamente alto il livello d'allarme in questo momento.

Secondo il Post la notizia è grave, soprattutto se si pensa che pochi giorni fa la Cina ha criticato gli ultimi test missilistici coreani. Una denuncia, quella del principale alleato del regime nord coreano, che oggi, alla luce di questa nuova informazione, assume un tono ancora più preoccupante.

Al momento si ritiene che il Nord Corea abbia un arsenale di 60 testate nucleari. Fino ad oggi si parlava di bombe troppo grandi e pesanti, impossibili da montare su un missile intercontinentale.

Trump ha fatto pervenire ulteriori frasi forti e inequivocabili tramite il suo profilo Twitter. "Dopo molti anni di fallimento, le Nazioni si stanno riunendo per affrontare i pericoli posti dal Nord Corea. Dobbiamo essere forti e decisi", si legge in un tweet pubblicato ieri.